Pandemia e Forex

Forex Online
Le Basi del Forex
Grafici Base
Vocabolario Forex
Orari del Forex
Esempi di Trading
Tasso Overnight
Valute del Mondo
Trucchi Forex
Piattaforme Forex
Notizie e Analisi
Forex software
La storia del denaro
Signoraggio
Occasione
Esperienze
Pandemia
Collegamenti
Vi è mai venuto in mente che questa pandemia non passerà mai? O un'ipotesi leggermente più mite, che durerà molto, ma molto più a lungo di quanto ci aspettiamo, diciamo cinque o dieci anni. Ultimamente questo pensiero mi gira sempre più spesso nella testa. È nato una mattina, completamente inaspettato e senza stimoli esterni. Sono andata a lavarmi la faccia e mentre l'acqua fredda mi schizzava sul viso, mi è venuto il pensiero: questo non finirà mai. Sono rimasto sorpreso dal pensiero e durante il mio caffè mattutino ho cercato di chiarirmi l'idea, cercando di trovare argomenti sul perché potesse davvero accadere. Cerco sempre anche i contro argomenti, cioè perché quest'ipotesi potrebbe essere sbagliata. Quindi inizierò con la critica del mio pensiero improvviso.

La storia ci insegna che tutte le pandemie, prima o poi, sono finite. Alcune spontaneamente ed alcune con determinati sforzi degli esseri umani per opporsi alla malattia. In sostanza, questo non è del tutto vero, perché alcune malattie pandemiche nel tempo sono diventate endemiche, cioè correlate ad un determinato territorio. Un buon esempio di ciò è l'AIDS, che è ancora presente in molti paesi africani, dove è spesso la malattia dominante, con un tasso di mortalità molto alto. D'accordo, concordo sul fatto che la trasmissione dell'AIDS richieda il contatto fisico, che è relativamente facile da evitare, mentre il coronavirus si trasmette per via aerea. È sufficiente stare un po' con una persona infetta in una stanza o viaggiare insieme su un autobus. Eppure tutte queste pandemie per le quali l'aria è il principale mezzo di trasmissione prima o poi sono scomparse. Allora perché una pandemia di coronavirus potrebbe durare molto a lungo oppure per sempre?

Forex - commercio con le valute

L'ultima, davvero grande pandemia è stata registrata circa 100 anni fa. Apparve nel gennaio 1918, mentre era ancora in corso la Prima guerra mondiale, e durò circa un anno e mezzo. Circa mezzo miliardo di persone si sono ammalate e i morti erano quasi 100 milioni. A quel tempo c'erano poco meno di due miliardi di persone che vivevano sul pianeta Terra. Ciò significa che circa un abitante su tre si è ammalato e uno su cinque dei malati è deceduto. Oggettivamente, il fatto è che questi numeri sono molto peggiori di quelli che abbiamo oggi, ma ... La popolazione era quasi quattro volte più bassa di quella odierna; presto la popolazione mondiale raggiungerà gli 8 miliardi. D'altra parte, la maggior parte della popolazione era impegnata nell'agricoltura e viveva nei villaggi. Tutto ciò significa che la densità della popolazione era molto, molto più bassa rispetto alla situazione attuale. Oggi, come ho già detto, siamo quattro volte di più e ci siamo trasferiti tutti nelle città. Le città hanno una densità di popolazione estremamente elevata e questo è uno dei motivi per cui il virus si sta diffondendo con questa insistenza. Non è un caso che uno dei consigli fondamentali per evitare il contagio sia proprio il distanziamento sociale. Oggi siamo molto più tecnologicamente e farmaceuticamente avanzati, e questo è ciò che mantiene ancora i numeri ad un livello relativamente basso, ma le condizioni naturali per la diffusione dell'infezione sono molto più favorevoli al virus rispetto al passato. Abbiamo intrapreso una vaccinazione di massa della popolazione: questa ci sembra l'unica speranza per superare questa malattia, ma stanno emergendo varianti del virus. Le varianti nuove appaiono spesso, quasi ogni settimana abbiamo una nuova. Si è già detto che alcuni vaccini sono inefficaci secondo la variante sudafricana, mentre gli altri la combattono altrettanto bene. Chi può dire con certezza che sarà lo stesso con le ultime varianti che appariranno in futuro. Inoltre, c'è una grande domanda, a cui non è stata ancora data una risposta, per quanto tempo il vaccino protegge dalla malattia. Più a lungo dura questa situazione, peggio è perché il virus, attraverso processi evolutivi, si adatta meglio alle condizioni in cui si trova.

Qui trattiamo l'argomento relativo al trading di valute e ammetto di essere andato un po' oltre l'argomento principale. Chiedo scusa, ma ho dovuto condividere le mie paure con qualcuno. In che modo il coronavirus influisce sul Forex, sull'economia mondiale e sulla finanza? Quello che c'era da aspettarsi è successo: l'economia tradizionale si è in gran parte bloccata. Sono particolarmente colpiti i settori dei servizi tradizionali: turismo, ristorazione, trasporti... Non si viaggia più, non si esce per cena, spesso è vietato andare da un comune all'altro, o andare all'estero. Un tempo, uno dei rami più forti dell'economia tradizionale, quello della produzione e distribuzione dei prodotti petroliferi, è in grande crisi. Nelle nuove condizioni, i nuovi giocatori sulla scena mondiale, quelli che sono apparsi negli ultimi 20 o 30 anni, o ancor meno, sono quelli che hanno invece beneficiato dalla crisi. Le parole più importanti del mondo sono diventate Internet e la rete. Il negozio che vende il prodotto chi ci serve non è aperto. Nessun problema, ordiniamo da uno dei tanti venditori online. Le porte dei cinema e dei teatri sono chiuse: ci iscriviamo ad una delle reti che offrono innumerevoli film e documentari online. Non sto parlando dell'Italia qui, sto parlando del mondo intero. Guardate quanto siano cresciute le azioni delle reti di intrattenimento: sono andate alle stelle! Quando il loro numero di utenti aumenta, la crescita dei profitti è esponenziale, perché il loro aumento dei costi è minimo; l'unica cosa importante per loro è che la rete globale sia abbastanza veloce e questo è diventato una realtà oggi. Per tutti loro, i profitti crescono in modo anomalo, quindi spesso mi viene il sospetto che loro abbiano a che fare con il virus e la diffusione del contagio.

Plus500 è uno dei leader nel mercato di Forex e dei CFD

Per quanto riguarda le valute, non vedo molto collegamento con ciò che la pandemia ci ha portato. Il Forex è il commercio con le coppie di valute, quindi se una valuta sale, l'altra scende. Anche in tempi “normali” non è sempre facile capire perché il valore di una determinata valuta cambia, e con una pandemia questo è diventato ancora più complicato. Da quando ho iniziato a commerciare con le valute, dubito sempre che le banche centrali siano quelle che determinano in gran parte il valore di una determinata valuta e che il mercato stesso abbia un effetto collaterale sui prezzi. Secondo le informazioni che ho, i fornitori di Forex stanno festeggiando alla grande: anche loro sono uno dei fornitori di servizi online, quelli finanziari. La loro attività ha seguito una tendenza globale: hanno acquisito molti nuovi clienti da quando è iniziata questa piaga e non sono sicuro che anche loro, come noi, vorrebbero che finisca.